All natural - hand rolled | The Bagel Factory

A Milano è nato The Bagel Factory. Ecco come e perché

20 ottobre 2011 In store

The Bagel Factory è un nuovo format che mio marito Marco ed io, titolari di California Bakery, abbiamo realizzato nell’ultimo anno e mezzo, dopo averlo pensato per oltre due anni. Il primo store ha aperto qualche mese fa in piazza XXIV Maggio 1/8 a Milano e la sua storia ha, naturalmente, molto a che fare con quella di California Bakery e al tempo stesso con la nostra, personale.

L’idea di creare un luogo, in Italia, dove trovare i veri bagel della tradizione americana, è innanzitutto il frutto di sei anni di viaggi negli Stati Uniti e in giro per il mondo. Non solo. È frutto di una esigenza che sentivamo da tempo.

Sapevamo di avere un problema con i bagel: quelli di California Bakery erano simili al pane italiano e distanti dalla ricetta tradizionale ebraica che si assaggia negli Stati Uniti. Di qui la voglia di provare a importare il procedimento corretto come già fatto per tutti gli altri nostri prodotti, in ogni suo strumento e passaggio. Si pensi solo che per arrivare al risultato della nostra N.Y. Cheesecake, ci sono voluti mesi di prove e riprove. Il risultato è stato, infine, quello che volevamo, la ricetta autentica, che è possibile assaggiare ogni giorno, freschissima, in tutti i nostri stores.

Avevamo anche voglia di creare un format libero dai vincoli che una struttura complessa come quella di California Bakery comporta. Come sapete non amiamo avere fretta e con California Bakery, da sempre, abbiamo adottato un approccio sostenibile, capace di garantire una crescita lenta, rispettosa sia dell’alta qualità che vogliamo sia sempre protagonista nelle nostre proposte, sia del lavoro attento dei nostri dipendenti. È questo, soprattutto, il motivo per cui non abbiamo mai voluto che California Bakery diventasse un franchising, nonostante le tante richieste che spesso leggiamo nelle nostre caselle di posta o su Facebook.

The Bagel Factory è stato pensato invece per essere accattivante nel format e solido nella sua proposta gastronomica, eppure facilmente replicabile, dinamico e aggressivo, pronto a diffondersi. Questo non significa che non sia stato firmato con delle accortezze che, solitamente, molti bagel store non hanno: sulla scelta delle materie prime, ad esempio, siamo intransigenti. Sperimentiamo tutto di persona e non proponiamo qualcosa della cui bontà e genuinità non siamo certi. Avete provato la birra disponibile al bancone? Viene preparata a Milano ed è eccezionale. E alcuni ingredienti per le farciture altrove non si trovano: per esempio il tacchino Kosher o le aringhe affumicate.

È una gran bella nuova sfida, per noi. Dagli Stati Uniti abbiamo importato tutti i macchinari e il know-how. I nostri panettieri (che, grazie alle vetrate in store, potete sempre vedere al lavoro, dal mattino alla notte), sono stati direttamente sul campo per imparare il complesso rito preparatorio dei bagel fatti interamente a mano. Recentemente, per perfezionare la ricetta, abbiamo coinvolto nel progetto Sergio, un professionista americano esperto di bagel e innamorato del proprio lavoro. A settembre è venuto in Italia tre settimane, condividendo con noi tutti i segreti per realizzare un prodotto eccellente e, adesso, i bagel sono ancora più fantastici e disponibili in tante nuove varianti (provate quelli con le uova nell’impasto!). Li potete farcire direttamente al banco, come succede a New York, con salmone norvegese, formaggi francesi, pastrami, verdure fresche di giornata, uova e tantissime salse, oppure comprarli vuoti da gustare a casa. Potete scaricare il menu, per farvi un’idea, cliccando qui.

Dopo l’apertura in piazza XXIV Maggio, ne sono già previste altre due: una in corso di Porta Vittoria e la seconda… non voglio ancora svelarla. Ma potete seguirci su Facebook.

Spero che The Bagel Factory vi piacerà tanto quanto è piaciuto a noi dargli vita.

35 Commenti

  1. Adoro California Bakery, non vedo l’ora di vedere questo posto fantastico, di assaggiare un bagel e soprattutto di vedere i panettieri all’opera per carpirne i segreti! ;)

    20 ottobre 2011 / ore 12:14
  2. Joe... scrive:

    Sono contento perchè finalmente posso gustarmi i Bagel… a Milano e sono triste perché mi avete rubato l’idea!!! Scherzooo complimenti.. Come ogni cosa che fate siete partiti alla grande tutto curato nei minimi particolari e soprattutto buonissimi…

    20 ottobre 2011 / ore 14:18
  3. Marco scrive:

    Devo segnalare un disguido: domenica ho consumato uno spuntino presso The Bagel Factory di Corso di Porta Vittoria 46, con uno scontrino di Euro 19.00, ma sulla Carta di Credito sono stati addebitati Euro 20.00 (me ne sono accorto tempo dopo). Un piccolo inconveniente che ho trovato sgradevole.

    26 settembre 2012 / ore 13:27
    • Redazione scrive:

      Ciao Marco, siamo davvero spiacenti per l’accaduto. Si è trattato, purtroppo, di un errore di battitura da parte dell’operatore.
      Il nostro customer care si occuperà di contattarti per risolvere il problema, nel frattempo ti ringraziamo per la tua segnalazione. Tutti i vostri commenti sono preziosi per migliorarci ogni giorno!
      Grazie, e speriamo di rivederti presto.

      28 settembre 2012 / ore 18:34
  4. lina scrive:

    buongiorno,
    saremo interessati ad un’attività in franchising.
    E’ possibile avere informazioni ????

    30 novembre 2012 / ore 12:07
    • Redazione scrive:

      Buongiorno Lina,

      Per il momento non è prevista questa possibilità: The Bagel Factory, infatti, si svilupperà in franchising non prima della fine del 2013.
      Ti ringraziamo del tuo interessamento. Un saluto!

      1 dicembre 2012 / ore 12:05
  5. L’idea è ottima. Peccato che quando vivevo a Londra il bagel sia sempre stato la soluzione migliore per uno spuntino buono, nutriente e soprattutto economico. Come è possibile che un bagel alla Factory milanese costi quasi quattro volte in più dello stesso prodotto a Londra?

    Sono stata oggi al negozio di corso di porta vittoria e prezzo e servizio non valgono assolutamente la qualità, a differenza della California Bakery che – pur cara – dà sempre grandi soddisfazioni.

    6 gennaio 2013 / ore 19:53
  6. Redazione scrive:

    Ciao Virginia,
    Ci dispiace leggere che l’esperienza non sia stata all’altezza delle tue aspettative. Permettici di spiegarti le componenti che vanno a incidere sul prezzo dei nostri bagel.

    Innanzitutto una precisazione: sebbene i nomi siano simili, noi e la catena londinese siamo due realtà completamente distinte.
    La nostra è un’attività artigianale: i bagel sono fatti a mano, uno per uno (per questo non ne troverai mai due uguali!), nei nostri laboratori. Il lavoro delle persone che ci mettono le mani ha un costo, su cui, concorderai con noi, non si può lesinare.

    Inoltre, scegliamo solo materie prime di altissima qualità, privilegiando fornitori locali e d’eccellenza: non solo per le farciture, ma anche per l’impasto degli stessi bagel. Dalla farina al malto tutto è stato scelto meticolosamente.

    Infine, c’è il nostro know-how: siamo stati i primi a portare i bagel in Italia, dopo anni di studio, prove, esperimenti, e con la consulenza di grandi esperti direttamente da New York. Questo sapere ha un valore, e non solo un costo, che non possiamo ignorare.

    Per quanto riguarda il servizio, fin nelle intenzioni (come puoi leggere in questo post) abbiamo voluto creare un format completamente diverso da California Bakery (anche nei prezzi): pur mantenendo la stessa attenzione alla qualità dell’offerta, abbiamo puntato su una modalità più urbana, veloce, pensata per il take-away. Uno street food di altissima qualità, dove il servizio è più essenziale ma non per questo meno attento.

    A proposito di questo, ti chiediamo di scriverci all’indirizzo info@thebagelfactory.it per segnalarci eventuali episodi accaduti in store che possono aver causato il tuo scontento. Saremo felici di approfondire e risponderti quanto prima.

    Grazie per averci scritto, i vostri commenti sono per noi preziosi e ci permettono di migliorare ogni giorno.
    Un saluto e buona giornata!

    7 gennaio 2013 / ore 09:50
  7. Vincenzo scrive:

    salve,
    volevo sapere se era possibile inviarVi il mio CV per entrare a far parte del Vostro team. Sono letteralmente affascinato del format di California Bakery e sarei felicissimo se ci fosse la possibilità di lavorare con Voi.

    Grazie 1000 per l’attenzione
    distinti Saluti

    8 gennaio 2013 / ore 14:09
  8. Giorgia scrive:

    Buongiorno,
    io sarei interessata per aprire un the bagel factory a forte dei marmi. Ho letto che sarà possibile iniziare a parlare di franchising a partire dalla fine del 2013 e come tempistiche direi che sono perfette. Spero di ricevere un vostro riscontro

    9 gennaio 2013 / ore 17:18
    • Redazione scrive:

      Buongiorno Giorgia,

      potremo cominciare a parlare del progetto da maggio 2013. Se vuoi contattarci puoi scriverci a info@thebagelfactory.it.
      Grazie per l’interesse!

      10 gennaio 2013 / ore 10:02
  9. francesca scrive:

    Buongiorno,
    dove è possibile trovare la lista ingredienti che compongono i vostri bagel? sono vegana, ma molto golosa!!! e volevo essere sicura che non ci fossero ingredienti di origine animale nei vostri impasti… grazie per l’ attenzione!
    Cordiali saluti

    14 gennaio 2013 / ore 17:03
    • Redazione scrive:

      Ciao Francesca,

      a breve sarà a disposizione il libro degli ingredienti di The Bagel Factory. Nel frattempo, possiamo confermarti che i nostri bagel sono adatti anche ai vegani in quanto non contengono elementi di origine animale. Ecco gli ingredienti: acqua, farina di mais, farina manitoba, lievito di birra, malto, polvere di soia, sale, zucchero di canna, zucchero semolato.

      Ti aspettiamo!

      15 gennaio 2013 / ore 16:16
      • francesca scrive:

        grazie mille!!!! allora a presto!

        15 gennaio 2013 / ore 16:21
  10. silvia scrive:

    Ciao, sono venuta nel vostro punto di Corso di Porta Vittoria. Ho mangiato il Bagel con salmone e pomodorini freschi. Buono, sopratutto per gli ingredienti freschi, ma un consiglio, il pane dovremme arrivare molto caldo per poter esprimere tutta la sua fragranza.
    Grazie Silvia

    29 marzo 2013 / ore 15:25
    • Redazione scrive:

      Ciao Silvia, grazie del tuo consiglio. Lo faremo presente di sicuro al team dello store.
      A presto!

      29 marzo 2013 / ore 17:41
  11. Thea scrive:

    Ciao Caroline,

    Complimenti per il nuovo Bagel Factory! Scrivo questo commento in inglese visto che siamo due Americane. :) Since I’ve grown up around New York- particularly Brooklyn, where the bagel originated, to me a bagel and cream cheese has always been a very typical breakfast. Having spent the last couple of years in Italy, I was DELIGHTED to find this place and I will definitely be back regularly!

    I ordered a lightly toasted bagel with cream cheese today in your store and before tasting the bagel, I noticed that it was spread with a very thin layer of cream cheese, especially compared to the standard in America where the cream cheese is generally very thickly lumped on each half of the bagel before it is closed, rather than spread thinly as would be butter. The woman working behind the counter was very friendly and accomodating with excellent customer service skills and gave me extra cream cheese in a small container for no extra charge as soon as I asked. Maybe this variation was intentional since perhaps Italian customers would prefer the cream cheese spread more thinly than would Americans? Still, for American customers, a more generous “shmear” of cream cheese like in this photo is traditional! http://spreadthebagel.files.wordpress.com/2010/11/homepage_cc_ps.jpg

    Either way I’ll be back tomorrow but I’ll remember to ask for extra cream cheese when I order!

    5 aprile 2013 / ore 00:10
    • Caroline scrive:

      Dear Thea,

      thank you so much for your comment and your feedback. We really appreciate it, as it helps us improve everyday. And the opinion of an American is such an important one!
      Your guess about the creamcheese was right. Italian customers are not used to such generous spreads, and even if we are trying to build a “bagel culture” here in Italy, still we have to make some adjustments to meet the locals’ tastes.
      However, I encourage you and your pals to feel free and ask for extra creamcheese whenever you like :)

      Thanks and see you soon,
      Caroline

      9 aprile 2013 / ore 09:06
  12. Maurizio scrive:

    Ciao, ho provato per la prima volta Bagel Factory di Porta Vittoria, ho preso lo special NY pastrami & swiss. Certo non è il miglior rapporto fame/prezzo, ma gli ingredienti sono di buona qualità e il personale cortese. Dunque mettersi a discutere su cosa sia caro o meno, a paragone, è come discutere se sia meglio una Ferrari o una Fiat, dipende tutto dal valore che si dà ad un prodotto. Certo un bagel può andare bene come spuntino, come pranzo e a fronte di una fame da lupo in zona c’è di meglio.

    25 giugno 2013 / ore 16:34
  13. Caterina scrive:

    Gent.ma Caroline, essendo appassionata dei vs bagel e di
    tutto il concept bakery: dalla ricerca del gusto unito ad un
    arredamento accogliente e naturale,un binomio di preci-
    sione e passione che cattura incondizionatamentte e lo
    adoro,veramente complimenti.
    Leggevo che avevate in progetto lo sviluppo di un
    franchising di The bagel factory io sarei davvero interessata
    se mi può contattare ho lasciato indirizzo e-mail.Grazie Caterina

    23 novembre 2013 / ore 21:10
    • Caroline scrive:

      Buongiorno Caterina,

      grazie per il suo commento al post.
      Al momento siamo ancora molto focalizzati su Milano, pertanto penso che lo sviluppo in franchising dovrà attendere qualche tempo. Comunque ci venga a trovare tutte le volte che lo desidera.

      Grazie e buona giornata,
      Caroline

      25 novembre 2013 / ore 08:01
  14. Pingback: I Bagels americani fatti in casa! | Food Blogger Mania

  15. valentina scrive:

    buonasera, sarei interessata ad un franchising a Milano, se ne aveste in progetto a breve medio termine.
    grazie
    ValeriaValli

    17 febbraio 2014 / ore 21:47
    • Redazione scrive:

      Buongiorno Valentina,

      grazie per il tuo interesse. Al momento non abbiamo ancora sviluppato la formula in franchising, ma se ci saranno nuovi sviluppi vi terremo aggiornati anche sul blog.
      Grazie, continua a seguirci! :)

      4 aprile 2014 / ore 14:00
  16. raffaele scrive:

    ciao… bravi e coplimenti davvero l’idea a me piace tantissimo anzi a dirvi il vero ci avevo pensato anch’io solo che non sono riuscito a farlo. se volessi comprare da voi per poi rivenderli come fare? ah da premettere che vivo a napoli.saluti e tanti auguri

    13 maggio 2014 / ore 23:28
    • Redazione scrive:

      Buongiorno Raffaele,

      grazie per il tuo interesse. Puoi inviare la tua richiesta a customercare@thebagelfactory.it, che ti fornirà tutte le informazioni a riguardo.
      A presto!

      15 maggio 2014 / ore 15:26
  17. Alessandro cevasco scrive:

    Buongiorno vorrei informazioni circa il franchising per aprire in genova

    3 dicembre 2014 / ore 14:10
    • Redazione scrive:

      Buongiorno Alessandro,

      al momento il progetto Franchising non è ancora partito. Vi terremo informati non appena saremo pronti!
      Grazie per l’interesse!

      12 dicembre 2014 / ore 09:03
  18. ALESSIA POSTAL scrive:

    Buongiorno sarei interessata ad un franchising a Trento.
    Non so se avete già iniziato a fare partire questo
    progetto.
    Vorrei avere anche delle informazioni sull’acquisto e la vendita dei vostri prodotti.
    Spero di ricevere un vostro riscontro.
    Grazie buona giornata.
    Alessia

    11 dicembre 2014 / ore 16:54
    • Redazione scrive:

      Buongiorno Alessia,

      purtroppo il progetto franchising non è ancora partito, ma per l’acquisto e la vendita dei nostri prodotti può contattare questo indirizzo: commerciale@thebagelfactory.it.
      Grazie per l’interesse!

      12 dicembre 2014 / ore 09:00
  19. Ramona scrive:

    Ciao sarei interessata per il franchising!!!!Chi devo contattare?Ciao e grazie Ramona

    21 dicembre 2014 / ore 08:00
  20. Ramona scrive:

    Vedo dalle risposte precedenti che il franchising non é ancora partito.C’é comunque la possibilità di fare un colloquio per lasciare i dati ed eventualmente essere contattata non appena parte il progetto?Io vorrei farlo in zona lago maggiore!!!!!Grazie e buona giornata

    21 dicembre 2014 / ore 08:08
  21. angelo scrive:

    Buongiorno,desidero essere contattato non appena parte il progetto franchising.Sono interessato per l’estero.Grazie

    3 gennaio 2015 / ore 16:18

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*