L'hamburger di California Bakery, macinato e preparato al momento dell'ordinazione

Dal fornitore al piatto in store: il nostro hamburger viene fatto così

5 giugno 2012 Chef's inspiration

Il nostro hamburger è stato votato come uno dei più buoni di Milano, in un sondaggio indetto da 02blog.it. Siamo arrivati secondi.

Per festeggiare questo ottimo piazzamento (grazie a tutti quelli che ci hanno sostenuto), vogliamo raccontarvi cosa c’è dietro uno dei nostri piatti di maggior successo.

In primis, alla base, vi è un’attenta ricerca e selezione della carne migliore, che nel nostro caso è di qualità bavarese.

La scegliamo perché dà continuità di prodotto e in questo modo ci permette di garantirvi una qualità costante.

La Scottona bavarese ha dei pregi che la rendono unica: viene alimentata solo con cereali, senza farine animali, ma soprattutto senza anabolizzanti. Le mucche vengono lasciate all’aperto fino a pochi mesi prima della macellazione.

La permanenza in stalla negli ultimi mesi permette di affinare la carne e renderla meno fibrosa, pur mantenendo la marezzatura, il vero tratto distintivo di questi tagli. Si tratta delle piccole infiltrazioni di grasso nella massa muscolare, che durante la cottura si sciolgono e conferiscono alla nostra carne quel gusto e quella fragranza così apprezzata dai clienti.

La prepariamo in tanti modi diversi: il nostro hamburger classico, Regular Beef Burger, il Double Cheese Burger, il B.L.T., con crispy bacon e cheddar cheese. C’è anche il Kid Burger, per i piccoli.

Cosa succede nelle cucine di California Bakery quando ordinate un hamburger?

Ecco la preparazione che eseguiamo, passo passo.


La carne viene scelta e tagliata a fette


La carne viene tritata al momento dell’ordinazione


La carne macinata viene lavorata a mano per formare l’hamburger


Sulla bilancia, un controllo al peso


La carne viene stesa, leggermente salata e bagnata con un filo d’olio


L’hamburger viene adagiato sulla piastra di cottura e cotto a seconda dei gusti del cliente: well done (ben cotto), medium (medio), rare (al sangue)


Comincia l’impiattamento: tagliere, coltello, cetriolino


Il pane, che prepariamo fresco ogni giorno nel nostro laboratorio, viene tagliato a metà e tostato, pronto per accogliere gli ingredienti del piatto


L’aggiunta di verdure: lattuga, anelli di cipolla e pomodoro a fette. Le verdure arrivano fresche in California Bakery dai mercati di Milano.


Per chi ha scelto il Double Cheese Burger, avviene l’aggiunta di formaggio: pochi minuti sulla piastra, poi hamburger e formaggio si fondono assieme

Pronto per essere servito in store.

È possibile accompagnarlo con patatine fritte tagliate a mano, anelli di cipolli in pastella di birra, insalatina ricca di stagione o pannocchia e burro.

E per chi gradisse una alternativa vegetariana all’hamburger di manzo, c’è l’hamburger di Quinoa, il Veggie Burger, molto nutriente.

2 Commenti

  1. Martino scrive:

    Bella l’idea e carino l’articolo, ma cambierei la foto principale dell’hamburger, decisamente poco appetitoso visto così.. :(

    6 giugno 2012 / ore 12:08
  2. Pingback: Al Cooking Lab per imparare i segreti dell’hamburger perfetto Made with love – Il blog di California Bakery

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*