Nuove birre menu

Birra e American food, sei nuove proposte

3 ottobre 2012 Chef's inspiration

In un caldo pomeriggio d’agosto ci siamo ritrovati nel nostro store di Viale Premuda 44 ad assaggiare, sotto la guida di un esperto, tante birre diverse, alla ricerca degli abbinamenti migliori con i nostri piatti.

È stata una bellissima esperienza sensoriale. Oggi possiamo suggerire nel nostro nuovo menu, in arrivo a fine mese, le migliori «bionde e rosse», prodotte artigianalmente in tutta Europa, per accompagnare le nostre specialità.

California Bakery  vi propone dunque una selezione di sei diverse birre: innanzitutto la Oro di Milano, Bionda, 5,1°. Prodotta a KmZero, è una birra chiara a bassa fermentazione.
Ha un gusto maltato intenso e piacevole ed è perfetta per i nostri hamburger a base di carni bianche, i sandwich con il tacchino kosher e tutte le preparazioni con pesce fresco.

 

Per i piatti a base di carni rosse, come i nostri hamburger di manzo, la De Koninck, Ambrata, 5,2°, prodotta ad Anversa, è la compagna ideale. Una birra rossa ad alta fermentazione, dal gusto pieno.

In alternativa, la Rochefort, prodotta nell’abbazia di Notre-Dame de Saint-Remy in Belgio dai monaci trappisti, che ha un colore bruno intenso e un profumo di caramello con sentori di frutta.

Un nome evocativo, Fifth Sense, per la Bionda Ambrata, 4,3°.
Prodotta in Gran Bretagna, a fermentazione alta, ha un gusto rinfrescante, con un distintivo sentore di limone.

Ottima da abbinare a piatti salati, in particolare i nostri bagel e sandwich e ai piatti a base di uova.

E siccome ci piace sperimentare, abbiamo selezionato una birra anche per accompagnare i nostri dolci: è la Blanche de Bruxelles, a fermentazione alta, che ha un gusto acidulo, fresco, fruttato e di coriandolo.

Nei nostri store potrete scegliere secondo il vostro gusto e farvi suggerire i migliori abbinamenti dai nostri store manager. Ogni birra, inoltre, ha una sua gestualità: per degustarle al meglio, chiedete allo store manager di versarla nel bicchiere, oppure imparate voi stessi a farlo. Salute!

4 Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*