Marco e Caroline di California Bakery

Le nostre passioni, il miglior investimento del 2014. Buon anno!

1 gennaio 2014 Give back

Qualche settimana fa mio marito ed io abbiamo ricevuto una lettera che ci ha molto colpito. Si tratta di un messaggio di Padre Rick Frechette, che da 26 anni opera in prima linea ad Haiti, arrivato con la newsletter di Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia onlus.
Raccontava la sua esperienza di medico, prima ancora che di uomo di fede, in un’isola dove l’assistenza sanitaria era, fino a qualche anno fa, totalmente assente. E di come, in posti come questo, si possa riscoprire l’essenza della vita.

Delle sue parole, alcune ci hanno toccato particolarmente.

“In passato, soprattutto nella tradizione cattolica, le persone che aspiravano a grandi cose, tenevano un teschio sui loro scrittoi per ricordarsi continuamente quanto la vita sia precaria. Il nostro cuore ha un numero limitato di battiti e c’è un numero limitato di passi che possiamo fare. Sono numeri che si possono calcolare. Per cosa batte il tuo cuore? Dove ti porteranno i tuoi passi?”

Per cosa batte il nostro cuore? Dove ci portano i nostri passi? Sono le domande che vogliamo porci ogni giorno, e che pensiamo possano dare una possibile risposta alle tante incertezze dei tempi in cui viviamo.
Davanti alla crisi, non solo economica e globale, e alle nostre incertezze sul futuro, pensiamo che la risposta sia investire sulle nostre passioni e su quello che davvero ci rende umani, vivi.

Sentiamo dire, da più parti, che in tempi di crisi si deve “fare di necessità virtù”. È vero, bisogna stringere i denti, a volte accontentarsi. Ma questo da solo non funziona, e lo dimostra lo scoramento generale nel quale, purtroppo, siamo immersi.
Solo fare quello in cui crediamo, e farlo con amore e passione, ci può rendere felici, ancora di più in questi tempi. Credere in noi e negli altri, nei sogni e nelle idee delle persone, è il primo passo di un percorso di consapevolezza: fare la nostra parte, nel mondo in cui viviamo, e lavorare per cambiarlo, è la nostra realizzazione.

Anche se non tutti abbiamo il desiderio, il coraggio o la forza per dedicarci a cause umanitarie, come quella di Padre Rick, possiamo usare questa ispirazione in tutto quello che facciamo. Così, con il nostro impegno il resto verrà da sé.

“Se segui il tuo percorso con tenacia e umiltà beh, allora i tuoi passi saranno leggeri e ti porteranno nella direzione giusta, in un bel posto, non importa dove.”

Queste sono le parole di Padre Rick e questo è l’augurio che facciamo a noi stessi e a tutti voi per il nuovo anno che inizia: buona strada!

Marco e Caroline

2 Commenti

  1. Maria Assunta scrive:

    Grazie che bella testimonianza , voi lavorate nel campo che è la mia passione anche se sono laureata in Economia e ora a casa a causa della crisi, sarebbe bello un giorno venirvi a trovare e perché no condividere un po del tempo con voi di quelle che sono le mie esperienze con i prodotti che nascono dall’amore e dalla Passione… La terra dona frutti semplici.. la mano esperta e la pazienza creano da millenni sapori e prodotti fragranti.. auguri mariassunta acampora (Isola di Ventotene- Napoli)

    18 gennaio 2014 / ore 07:52
    • Redazione scrive:

      Buongiorno Maria Assunta,

      grazie a te per l’entusiasmo e la stima che ci dimostri!
      Vienici a trovare quando passi da Milano, ti aspettiamo.
      Ti auguriamo il meglio per il tuo futuro e di riuscire a realizzare i progetti in cui credi.

      20 gennaio 2014 / ore 14:36

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*