Il Cooking Lab di California Bakery

Il nuovo anno del Cooking Lab: profumo di pane e nuove sfide

8 gennaio 2015 Cooking Lab

Il 2015 porta con sé novità e buoni propositi che affondano le radici nell’anno appena passato, proprio dietro l’angolo.

Un anno che al Cooking Lab è stato intenso, ricco di nuove avventure ed emozioni: con le preparazioni, i corsi, un programma televisivo da gestire, la cucina da avviare nei mesi estivi e le tante persone che hanno partecipato ai corsi e che sono diventate, gradualmente, presenze importanti nella nostra vita: amici. È il caso di Stefano che, dopo aver trascorso un’intera giornata al Cooking Lab, impegnato in uno degli American Cooking Master, scrive alla nostra Michela: “Ringrazio molto per il vostro Master. Davvero molto molto ben fatto.
Che stia diventando troppo mansueto? Troppo accondiscendente? No, semplicemente obiettivo! Ma questo è ciò che sono da sempre. E che dire di Liliana? Sembra così paziente. La tipica mamma. Ed anche lei molto ma molto British. E Silvia! Che forza quando l’ho vista. Dopo averla vista almeno cento volte in Tv mi sembrava di conoscerla da sempre. Insomma, altissime le aspettative, ma altrettanto la soddisfazione per aver frequentato il master.”

Michela riceve spesso lettere così e ci garantisce che sono questi piccoli misteri alchemici a trasformare il suo lavoro in un’esperienza davvero magica e speciale. In cucina la chimica non si crea solo tra gli ingredienti.

Il 2015 inizia con il meglio dell’anno precedente, tutto il buono dato e ricevuto, come preziosi ingredienti da tenere in dispensa e da utilizzare nei momenti di stanchezza, per ricaricare le batterie, ritrovare le energie e riprendere il cammino.
Il nuovo calendario  è fitto di appuntamenti, alla scoperta di nuove preparazioni e con una sorpresa: la pasta madre.
Questa piccola creatura che vive e cresce, reagendo all’ambiente esterno e sviluppando un carattere tutto suo, ci stupirà con la sua potenza. Si ritorna alla panificazione tradizionale, alla scoperta dei gesti antichi che ci appartengono e conducono a un atto d’amore profondo: fare il pane, che equivale a tornare a casa, a scoprirsi, a riconoscere i propri tempi e la propria pazienza, a misurarsi con la capacità di aspettare.

Proprio alla panificazione sarà dedicata una delle sezioni dei corsi e un Master speciale, per apprenderne tutte le tecniche e imparare a conoscere e maneggiare gli impasti: dal Sourdough stile West Coast, ai pani rustici (alle patate dolci, alle prugne, alle albicocche e frutta secca), fino alla classica American Focaccia. Tutte le informazioni e le date dei corsi di panificazioni si possono leggere qui.

Altra novità riguarda i Teen, che saranno coinvolti in laboratori dedicati: i ragazzi dagli 11 ai 14 anni potranno cimentarsi con alcuni classici della pasticceria americana, come Red Velvet Cupcake, N.Y. Cheesecake e Brownie.

È in arrivo un anno impegnativo a Milano, forse ancora più del solito, ma ricco di input e di occasioni. È un anno veloce, ma non superficiale. O meglio, questo dipenderà da noi.

Al Cooking Lab pensiamo che quest’anno frenetico possa essere scandito da un tempo lento, portatore di grandi riflessioni. È una sfida, ma la posta in gioco è alta, perché la cucina aiuta a conoscersi e, spesso, a scoprirsi migliori.

 

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*