Choco Pistachio Muffin by California Bakery

The Power of Pistachios: California Bakery ama i Pistacchi Americani!

18 febbraio 2015 Tasty

Lo avrete notato: nel menu di California Bakery e nei nostri dolci in edizione speciale utilizziamo sempre più spesso i Pistacchi Americani. Il motivo è semplice: ci siamo innamorati di questo ingrediente e dell’American Pistachio Growers, il consorzio che unisce i produttori americani di questa nocciolina così preziosa. Li abbiamo conosciuti quest’estate e da allora non ci siamo persi di vista, fino all’evento The Power of Pistachios, che abbiamo ospitato a novembre nel nostro Cooking Lab, e al prossimo 26 febbraio, quando festeggeremo il World Pistachio Day con alcuni laboratori dedicati al White Choco Pistachio Muffin.

Amiamo il pistacchio perché è goloso, confortante, versatile. E perché ha una storia tipicamente americana, fatta di migrazioni e contaminazione, come spesso accade nella cultura gastronomica degli USA (un esempio perfetto, in questo senso, sono i Bagel).
Originario del Medio Oriente, dove la coltivazione è presente da migliaia di anni (tuttora l’Iran ne è il maggiore produttore mondiale, seguito dagli Stati Uniti), si diffuse dapprima in Europa attraverso le vie commerciali dell’Impero Romano, passando poi per la Repubblica di Venezia, fino a sorpassare le Alpi e ad arrivare al Nord Europa, dove venne ribattezzato “nocciolina latina”.

Fu solo verso il 1880 che i pistacchi si diffusero negli Stati Uniti, soprattutto grazie agli immigrati mediorientali: la Central Valley in California, in particolare, grazie alla fertilità del suolo, al clima caldo e secco e agli inverni moderatamente freddi, offriva le condizioni ideali per la coltivazione del pistacchio. Tuttora è questa la zona dove si concentrano la maggior parte delle coltivazioni, insieme ad Arizona e New Mexico.

Curiosamente, però, il grande successo del pistacchio tra i consumatori americani fu legato alla diffusione dei distributori automatici, installati nelle stazioni della metropolitana delle grandi città, nei bar, nei ristoranti e altri luoghi molto frequentati. “A dime a dozen”, uno snack alla portata di tutti.

Oggi sappiamo anche che i pistacchi, oltre ad essere buoni da mangiare, fanno anche bene: sono ricchi di fibre, proteine, grassi “salutari” e sali minerali, e contengono inoltre fitosteroli, che aiutano a diminuire il rischio di malattie del cuore. E non è vero che facciano ingrassare, anzi: studi recenti hanno dimostrato che sono un prezioso aiuto naturale contro il diabete di tipo 2 e aiutano a mantenere il controllo del peso.

Meno sensi di colpa, allora, se si tratta di assaggiare le delizie che le nostre pasticciere hanno ideato a partire da questa verdissima nocciolina: oltre alla classica Choco Pistachio Cake, durante la cena di Thanksgiving è stato servito un Crumble ai Pistacchi con frutta di stagione, mentre a Natale avete trovato in store i cantucci ai pistacchi con cioccolato bianco e i Popcorn sempre con cioccolato bianco e pistacchi; e poi ancora, per S. Valentino, i Pistachio Heart Cookies e una speciale Choco Pie con granella di pistacchi.

Proprio in occasione del World Pistachio Day, anche il Cooking Lab, la scuola di cucina di California Bakery, ha in calendario un corso speciale: il 27 febbraio alle 18.00 si potrà imparare a realizzare la Red Velvet & Pistachio Cake, una Red Velvet farcita con glassa di cream cheese e pistacchi, ricoperta dalla stessa farcitura bianca e decorata con una fascia di granella di pistacchi verde brillante. Bellissima e buonissima! Per informazioni e prenotazioni: infocookinglab@californiabakery.it

E voi, amate i pistacchi? Raccontateci la vostra ricetta preferita!

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*