Sourdough bread by California Bakery

Buono, profumato e croccante: il pane secondo noi, e il Pasta Madre Day di California Bakery

10 marzo 2015 Cooking Lab

Lo avevamo anticipato: il 2015 sarebbe stato un anno dedicato, tra le altre cose, al profumo del pane buono, quel pane che fa bene e nutre corpo e spirito. Un ritorno alla panificazione tradizionale e naturale con pasta madre, che inizia dalla scuola di cucina di California Bakery, il Cooking Lab, dove sono già partiti i nuovi corsi e master sull’argomento.

Da qui è iniziato un viaggio a ritroso nelle nostre origini: in una Bakery, il pane è il cuore della produzione. Ci siamo quindi ispirati ai nostri omologhi della San Francisco Bay, dove la panificazione con lievito naturale è una realtà consolidata da decenni, e ci siamo innamorati ancora una volta del fascino degli impasti, dei gesti antichi e dell’istinto che governa le lievitazioni, del piccolo miracolo che si compie ogni volta che una forma di pane esce, croccante, dal forno.

Abbiamo scelto di promuovere l’uso di cereali antichi e pasta madre, nei corsi di panificazione, perché ancora una volta vogliamo mettere al centro il benessere delle persone.
Grazie alla lievitazione naturale con pasta madre, che sfrutta l’azione di una varietà di batteri, si sviluppano impasti più acidi che garantiscono una conservabilità maggiore del pane, una struttura migliore con alveoli ampi e irregolari, e una maggiore digeribilità. La grande varietà di agenti lievitanti amplifica inoltre la gamma di aromi che il pane sviluppa in cottura. Tradotto: un pane più buono, più digeribile e che dura più a lungo.
Inoltre, con il lievito naturale è particolarmente adatto l’uso di farine integrali e semi-integrali provenienti da cereali antichi. Queste farine hanno una ricca attività enzimatica e proprietà nutritive più sviluppate rispetto alle attuali varietà, che vengono invece selezionate geneticamente ai fini della resistenza agronomica e tecnologica. Sono prodotte da cereali con un indice di glutine tendenzialmente basso, importanti qualità nutrizionali e un profilo sensoriale singolarmente molto definito. E soprattutto permettono di sperimentare e creare pani sempre diversi, gustosi e profumati.

Ma non dimentichiamo che la pasta madre è anche un simbolo di scambio, condivisione e generosità. Per questo, per la prima volta, parteciperemo al Pasta Madre Day , la manifestazione che da qualche tempo a questa parte si tiene annualmente per celebrare tutti gli homebakers e la loro passione: “Coinvolgi i tuoi amici, i tuoi vicini di casa, i negozi biologici, i ristoranti, i bar, le associazioni, i circoli, i mercati contadini e organizza un momento di “spaccio” gratuito di pasta madre per domenica 15 Marzo. Il Pasta Madre Day 2015 lo fai tu!”. Ecco l’appello degli organizzatori, e noi non ci siamo tirati indietro: domenica 15 marzo, dalle 11 alle 14, sarà possibile ritirare gratuitamente (su prenotazione a infocookinglab@californiabakery.it) un piccolo contenitore di pasta madre con le istruzioni per nutrirla ed “accudirla” al meglio. 

Noi siamo in piena pasta madre mania, non vediamo l’ora di contagiarvi!

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*